home News LBC Il decreto “sicurezza” proposto dal Ministro Salvini è uno strumento discriminatorio, Latina...

Il decreto “sicurezza” proposto dal Ministro Salvini è uno strumento discriminatorio, Latina Bene Comune è con il Sindaco Coletta e con gli altri sindaci dissidenti

530
0
CONDIVIDI

Latina Bene Comune è con il Sindaco Coletta e con gli altri sindaci dissidenti.

Il decreto “sicurezza” proposto dal Ministro Salvini è uno strumento discriminatorio e che è in contraddizione con i valori espressi dalla nostra carta costituzionale.

Siamo con il Sindaco Coletta a sostegno delle iniziative promosse dall’ ANCI e dal suo Segretario Nazionale, il Sindaco di Bari Decaro. Il ministro Salvini, nel tentativo di mantenere elevata la percezione di minaccia incombente, continua ad esacerbare i toni del confronto dialettico, dimenticando di dare sostegno alla propaganda. Non c’è traccia, infatti, dei rimpatri tanto sbandierati e i dati sugli sbarchi, oltre la barbarie mediatica de i “porti chiusi”, sono in linea con gli anni precedenti.

“Con il decreto Salvini, i comuni si vedono impossibilitati a garantire i servizi basilari ai migranti presenti sul territorio” queste le parole di Decaro, di cui condividiamo la preoccupazione.
Quale sostegno ai Sindaci per il governo del territorio? Con quale strumento tuteliamo i diritti umani?

Il movimento Latina Bene Comune e il segretario Francesco Giri