home Cultura Istituito il “Gruppo politiche culturali” all’interno del Forum Cultura Lbc

Istituito il “Gruppo politiche culturali” all’interno del Forum Cultura Lbc

556
0
CONDIVIDI

Martedì 16 maggio si è tenuta la riunione plenaria del forum della cultura Lbc, coordinato da Antonietta Coletta. Su proposta di Giuseppe Mancini, si è deciso di formare un gruppo di lavoro dedicato alle politiche culturali, le cui finalità e strategie sono state sintetizzate in un documento di seguito riprodotto. I soci interessati sono invitati ad iscriversi nel corso della prossima riunione di lunedì 22 maggio alle ore 18, presso la sede di Latina Bene Comune.

LBC – Gruppo politiche culturali

Il “Gruppo di lavoro sulle politiche culturali”, istituito in seno al “Forum Cultura” di Latina Bene Comune, ha come compito specifico l’elaborazione condivisa di strategie, proposte e soluzioni per i beni e le attività culturali a Latina e nel suo territorio. Non dovrà occuparsi di singoli progetti ed eventi di pronta realizzazione, ma guardare – con un approccio d’insieme – al medio-lungo periodo: in ottica sia di sostenibilità economica, sia di crescita culturale. L’obiettivo finale deve essere il superamento dell’esclusiva impostazione autarchica e autoreferenziale degli ultimi decenni (contributi a pioggia per i cosiddetti “artisti locali”, con meccanismi clientelari), per entrare invece nello spazio più ambizioso delle eccellenze culturali e delle opportunità finanziarie europee.

Si rifletterà sui modelli di gestione di musei e festival, sui regolamenti e bandi per la programmazione culturale di qualità, sull’uso degli spazi per la cultura che vanno aperti tendenzialmente a tutti, su come accedere alle fonti di finanziamento degli enti sovraordinati dalla Regione all’Ue, su come valorizzare il patrimonio storico delle città di fondazione ad esempio con la candidatura all’Unesco o luoghi ad alta potenzialità di richiamo turistico come il Fogliano. Vanno discusse in modo critico tutte le scelte ereditate dal passato, spesso frutto di decisioni affrettate che non hanno mai tenuto conto dei costi di funzionamento delle strutture. E vanno soprattutto fissate delle priorità, sulle quali convogliare energie e risorse.

Si punterà pertanto a coinvolgere – tra i soci – non solo operatori culturali, responsabili di associazioni ed esponenti dell’amministrazione comunale, ma anche esperti di economia e diritto e più in generale chi è in grado di offrire contributi in termini di esperienza e di buone idee. Si esamineranno esempi di politiche culturali virtuose già sviluppate in Italia e all’estero, per cercare di riprodurne i risultati adattandole alle specificità di Latina. All’attività di elaborazione verranno inoltre periodicamente affiancati momenti di confronto interno con l’assessore competente e di successivo dibattito col mondo dell’informazione locale e con la cittadinanza, in modo partecipato e trasparente.