home Gruppo Consiliare Nota di Dario Bellini capogruppo Lbc e presidente della commissione Ambiente: “Il...

Nota di Dario Bellini capogruppo Lbc e presidente della commissione Ambiente: “Il piano industriale portato in Consiglio ed approvato guarda al futuro della città”

253
0
CONDIVIDI

Il piano industriale portato in Consiglio ed approvato guarda al futuro della città. Ne abbiamo abbastanza del passato, fin troppo difficile nelle conseguenze che ancora oggi ci troviamo a dover affrontare, e di cui ci auguriamo non dover più parlare.

È vero che la percentuale di differenziata per gli anni 2018 e 2019 dovrebbe essere superiore a quello che poi effettivamente è stato il risultato; questo ha prodotto un maggior costo per il conferimento in discarica dei rifiuti che è stato però riassorbito dal taglio che ha subìto l’azienda speciale con la rimodulazione del contratto fatta alla fine dello scorso anno. Taglio confermato anche per il 2019, con il risultato che il Pef è rimasto in linea con quello precedente, il che significa nessun rincaro in bolletta per i cittadini.

Sui maggiori costi che si riconoscono ad ABC si dice il falso: a regime i costi sono in linea e non si possono analizzare soltanto nel range di tempo che interessa al consigliere Olivier Tassi, ma vanno visti nella loro interezza. Così come non si può confrontare l’onere di un finanziamento a 7 anni per gli investimenti previsti dalla relazione ex art 34 rispetto ad un mutuo a 13 anni. Sappiamo tutti che gli interessi che si pagano sui mutui dipendono dagli anni in cui si restituisce la quota capitale, ma lo spostamento dell’ammortamento e la maggiore durata del finanziamento produce per l’azienda, nell’orizzonte temporale analizzato, la possibilità di fare importanti utili ed eccedenze di cassa che saranno necessarie per garantire il cambio dei mezzi quando arriveranno a fine ammortamento.

La relazione dell’assessore Roberto Lessio ha spiegato punto per punto come ABC svolgerà il servizio una volta ottenuto il mutuo. Latina è uno dei primi comuni in Italia ad applicare il referendum del 2011 sui servizi pubblici locali; il Consiglio di Stato ha reso giustizia alla legittimità di tutti gli atti che hanno portato alla costituzione dell’azienda speciale, sconfessando gran parte dell’opposizione che ha gridato per due anni che erano illegittimi. Cosa che si è dimostrata, appunto, non vera. Tutte cose che in consiglio comunale sono state dette. Peccato che il gruppo misto non fosse presente in aula come invece lo erano gli altri consiglieri di opposizione, per ascoltare, confrontarsi ed avanzare proposte. E votare, eventualmente, contro il piano. Hanno invece preferito disertare l’aula consiliare, un vero peccato.

Dario Bellini
capogruppo Lbc e presidente della commissione Ambiente