home Gruppo Consiliare Parco Susetta Guerrini, intitolazione è patrimonio della città

Parco Susetta Guerrini, intitolazione è patrimonio della città

306
0
CONDIVIDI

Con dispiacere abbiamo notato come la questione riguardante i cartelli per l’intitolazione del parco Oasi verde alla giornalista Susetta Guerrini abbia quasi assunto toni politici. Troviamo veramente sgradevole questo tentativo arrivato da parte di alcuni e sottolineato anche dalla figlia Renata.

L’amministrazione comunale ha già porto le proprie scuse, attraverso l’assessore al decoro Emilio Ranieri, alla famiglia di Susetta Guerrini per i due (su dieci) cartelli finiti a terra e che sono in fase di ripristino.

Questa amministrazione ha da sempre riposto grande stima nel lavoro della giornalista: lo dimostra che, a distanza di pochissime settimane dal suo insediamento, il Comune dedicò alla sua figura un lungo pomeriggio di approfondimento e commemorazione. Poi in condivisione con la città, le è stata dedicata l’area verde: segno che il suo nome è un patrimonio per tutti e a dimostrarlo ci sono anche le attestazioni di solidarietà ricevute dalla famiglia proprio per la questione dei cartelli divelti.

Per l’area dedicata a Susetta Guerrini ci sono in serbo progetti di miglioramento e riqualificazione. Innanzitutto risulterà completamente trasformata con la piantumazione dei nuovi alberi donati dalla comunità Sikh: si tratta di quasi 400 piante, che contribuiranno a creare un giardino speciale. Nel parco giochi nel 2018 è stato eseguito un intervento di manutenzione e un altro è in corso. Lo sfalcio dell’erba è regolarmente programmato nella zona, diversamente da quanto accadeva negli anni scorsi.

La manutenzione per un parco così grande – sono 16 ettari – e che speriamo diventi un giorno il nostro “central park”, è molto impegnativa; lo è ancora di più se poi ad agire ci sono persone che non rispettano il bene comune (come quando fu bruciata la staccionata del sentiero adiacente al fosso Paoloni, ripulito con un intervento di Puliamo il Mondo) e la memoria delle persone care alla città. Oggi il parco è molto frequentato da famiglie con bambini, da chi porta a spasso il cane e da podisti: in alcuni periodi dell’anno è usato per gare cittadine e speriamo che con i miglioramenti previsti possa esserlo ancora di più e rappresentare un centro di incontro per l’intera comunità. Il parco è un vero patrimonio e con tanta natura bella, quasi un sogno dentro la città.

L’amministrazione si è scusata e si è impegnata ad essere più accorta sul parco e sulla manutenzione dei cartelli dell’intitolazione; come consigliera con mandato al decoro auspico inoltre che venga attivata la videosorveglianza dove non presente.

Speriamo in un ripensamento da parte della famiglia e che si lavori tutti insieme, anche con progetti condivisi, per mantenere pulito e migliorare ancora il parco per il futuro. Speriamo che la famiglia comprenda che l’esempio e l’operato di Susetta Guerrini è diventato, grazie all’intitolazione, un patrimonio dell’intera città. I rappresentanti dei cittadini hanno discusso e votato per dedicare un’area alla concittadina. Si tratta di una zona non degradata. Capisco quindi la rabbia per gli atti vandalici, e la richiesta estemporanea. Immagino sia solo la volontà di far sì che ci sia ancora più attenzione.

Loretta Isotton,

consigliera LBC con mandato del sindaco al decoro