home News Valeria Campagna: “In Regione per dare voce alle esigenzie territoriali”

Valeria Campagna: “In Regione per dare voce alle esigenzie territoriali”

104
0
CONDIVIDI

Durante l’assemblea dei soci di Latina Bene Comune tenutasi ieri sera, Valeria Campagna – già Consigliera Comunale, Capogruppo di Lbc, Consigliera Provinciale e Presidente della Commissione Scuola in Provincia – è stata indicata quale candidata che rappresenterà il movimento nella lista civica che sosterrà la candidatura a Presidente della Regione Lazio di Alessio D’Amato.

Il suo commento: “Vorrei innanzitutto ringraziare Latina Bene Comune per avermi sostenuta all’unanimità. Sono davvero onorata e allo stesso tempo motivata per tutta la fiducia che le socie e i soci hanno riposto in me. Un particolare ringraziamento lo rivolgo alla Segretaria Elettra Ortu La Barbera e al Presidente Damiano Coletta insieme ai quali, dopo aver condiviso in questi sei anni il duro lavoro per la nostra città, sono pronta ad affrontare una nuova sfida. Una sfida difficile, certo, ma doverosa: dopo dieci anni della giunta Zingaretti abbiamo un lavoro politico importante da portare avanti e da migliorare”.

“La mia – spiega – è una candidatura civica in una lista civica. È chiaro, quindi, che tutto l’impegno sarà rivolto alle questioni che riguardano il nostro territorio. Penso alla sanità, alla scuola, al diritto allo studio, ai rifiuti, alle infrastrutture e al lavoro”.

“Mi candido – conclude Campagna – per dare voce a queste esigenze territoriali e per dare voce alle tante esperienze civiche che, a partire da Latina, lavorano quotidianamente per migliorare la qualità della vita della nostra splendida provincia. Sono sicura che sapremo raccogliere tutte quelle esperienze virtuose che bene hanno fatto sul piano locale e che sapremo metterle a sistema, quindi a servizio della coalizione di centrosinistra e della candidatura di D’Amato. Lo farò insieme a uomini e donne che tanto si sono spesi in questi mesi e portando avanti un lavoro dal basso condiviso con tutte e tutti loro. Penso, ad esempio, a Marta Bonafoni e a tutto il mondo che è riuscita a mettere in rete in questi dieci anni di lavoro in Regione”.