home News Amministrazione ELEZIONE DI DIRETTORE GENERALE: LA SEGRETARIA NOMINA SE STESSA COMPONENTE DELLA COMMISSIONE

ELEZIONE DI DIRETTORE GENERALE: LA SEGRETARIA NOMINA SE STESSA COMPONENTE DELLA COMMISSIONE

125
0
CONDIVIDI

Un’interrogazione a risposta orale immediata è stata presentata dai consiglieri di Lbc Dario Bellini, Damiano Coletta, Floriana Coletta e Loretta Isotton al presidente del Consiglio comunale Raimondo Tiero e alla sindaca Celentano. Il caso riguarda la determina della Segretaria Generale 1625/2023 con la quale viene nominata la Commissione esaminatrice per la selezione del Direttore generale del Comune di Latina. Da una prima lettura emerge infatti che la segretaria generale nomina se stessa come componente della suddetta commissione. “Si tratterebbe – si legge nell’interrogazione – di una determina di auto nomina. Ma si può fare? È opportuno? Il segretario comunale non avrebbe nelle sue funzioni quella di presidente o di essere componente di commissioni. Né nel Comune di Latina questo incarico è previsto dal regolamento di organizzazione, né dalle linee funzionali, né dallo statuto, né risulta essere conferito al sindaco. E allora – chiede il gruppo di Lbc – come fa il segretario a conferirsi l’incarico di componente di commissione da sola? Come valuterà il conflitto di interesse con se stesso?”.

Inoltre gli altri componenti provengono dall’Aquila, il presidente Luciano Calamaro è stato presidente di sezione della Corte dei Conti Abruzzo in quiescenza, mentre il dottor Tiziano Amorosi è dirigente di ruolo del Comune dell’Aquila. “Ci ha incuriosito questa individuazione per territorio e ci siamo chiesti come mai – spiega ancora Lbc – Quali sono stati i criteri per scegliere i membri della commissione? Sono stati fatti avvisi pubblici? Quante persone hanno risposto e come mai sono stati nominati i professionisti del Comune dell’Aquila? Ci chiediamo quali amministrazioni siano state interpellate, anche in considerazione del fatto che un componente è in quiescenza. Ci chiediamo poi se abbia risposto soltanto l’area territoriale del Comune dell’Aquila all’interpello del Comune di Latina. Ma soprattutto, e conclusivamente, dalla lettura della norma regolamentare, ci domandiamo: dal momento che il regolamento comunale conferisce il potere di nominare le commissioni al Direttore generale, in base a quale norma nomina il segretario? Il segretario svolge le funzioni di Direttore solo nel caso in cui gli siamo attribuite, e questo pare non sia avvenuto. Ci rendiamo conto della delicatezza di questa nomina, ma proprio per questo esigiamo la massima trasparenza nelle procedure di selezione, l’imparzialità, la terzietà, l’assenza di conflitti di interesse, reali o potenziali. Una commissione realmente imparziale, non può partire da questo presupposto. Peraltro non sappiamo se l’ingegner Marcheselli, dopo aver stanziato nei locali del Comune e aver occupato una stanza per lavorarci, senza titolo, e aver partecipato a riunioni con soggetti esterni, abbia partecipato a questa selezione. Se così fosse non possiamo non preoccuparci degli esiti di questa selezione. In più la segretaria che si auto nomina componente della commissione, affronta un momento difficile dell’iter del percorso di nomina del segretario generale, in quanto con l’elezione del sindaco il segretario va confermato entro 120 giorni, che al Comune di Latina scadranno a metà settembre. La segretaria stessa quindi, aldilà di ogni ulteriore valutazione sulla legalità dell’auto nomina,  in questo momento vive giornate di debolezza istituzionale fisiologiche all’incarico, che non depongono per la serenità nella scelta del Direttore Generale”.

Vista la delicatezza e l’attualità del tema, il gruppo ha chiesto in capigruppo che l’interrogazione venga discussa giovedì 21 settembre, come prevede il regolamento del Consiglio. Gli altri question time sul ruolo di Marcheselli e poi sulle consulenze affidate a Zuliani, Mignano e Marfisi sono stati invece fissati al 14 settembre alle 13.