home News LBC Elezioni amministrative, i movimenti giovanili incontrano il sindaco

Elezioni amministrative, i movimenti giovanili incontrano il sindaco

602
0
CONDIVIDI

 

I giovani scendono in campo a sostegno della candidatura di Damiano Coletta e il sindaco risponde al loro appello per una politica sana, a disposizione della città e con principi di democrazia e legalità.

“In questi giorni ho incontrato molti giovani: le loro idee e la loro voglia di fare sono motivo di orgoglio per la nostra città – afferma il sindaco Damiano Coletta – Ho visto tanta partecipazione, tanta presenza, e questo mi ha fatto molto piacere perché è segno della volontà dei giovani di Latina di essere attivi. Il loro contributo politico è importante, per l’energia e per la visione che sanno trasmettere, per la capacità di guardare all’orizzonte. Questo è il momento in cui Latina può essere fortificata nel guardare avanti, e non può prescindere dal contributo dei suoi ragazzi e ragazze.

Al parco Evergreen si è dibattuto di diritti civili e sociali emersi con la pandemia e di Latina città dei giovani, così come di centenario. Perché la Latina del futuro è dei giovani e con loro dobbiamo preparare le basi per la città che vogliamo vedere nei prossimi anni”.

Anche la capogruppo LBC in consiglio comunale Valeria Campagna, che è anche presidente della commissione Politiche giovanili e tra i coordinatori del movimento giovanile insieme a Francesco Pannone (Movimento Giovanile della Sinistra, Articolo Uno) e Leonardo Majocchi (Giovani Democratici, PD) intorno alla candidatura di Damiano Coletta, è entusiasta degli incontri di questi giorni: “Ieri è stato un bellissimo momento di confronto fra i giovani e le realtà giovanili della città che sostengono la candidatura del Sindaco Coletta. Sono contenta perché abbiamo ripreso ad incontrarci dal vivo e c’è stata un’ampia partecipazione, perché sono tantissime le ragazze e i ragazzi che vogliono essere protagonisti attivi della politica cittadina.

Questo perché abbiamo idee e proposte concrete per la città e vogliamo che le istanze dei giovani abbiano un peso nei luoghi decisionali, perché oggi con la nostra prospettiva possiamo influenzare la costruzione della città che vogliamo. Una città universitaria, europea, sostenibile, digitale, a misura di giovane”.