home News VIOLENZA SULLE DONNE, LBC: “LAVORIAMO TUTTI INSIEME NELLA STESSA DIREZIONE, MA LA...

VIOLENZA SULLE DONNE, LBC: “LAVORIAMO TUTTI INSIEME NELLA STESSA DIREZIONE, MA LA POLITICA DEVE ESSERE DA STIMOLO”

111
0
CONDIVIDI

E’ senz’altro vero che sul tema della violenza contro le donne si è aperta, in assise comunale, una strada che consente di lavorare insieme verso un unico obiettivo. E in questo senso ribadiamo il concetto, già espresso in Consiglio dal capogruppo di Lbc Dario Bellini, di una ‘rivoluzione culturale’ partita dalla politica che deve andare ben oltre gli oltre gli steccati di partito e le divisioni tra maggioranza e opposizione. Rispediamo però al mittente l’attacco inutile delle consigliere di maggioranza alla nostra segretaria del movimento Elettra Ortu La Barbera, ricordando a questa amministrazione che è diritto e dovere di ogni consigliere e della politica nella sua totalità continuare a lavorare nella funzione di stimolo e di pungolo su questi temi, per continuare a migliorare e non fermarsi. E’ talmente alto l’obiettivo che occorre mantenere la necessaria attenzione affinché si continui a investire su questo fronte in modo trasversale. Non c’è alcuna strumentalizzazione politica, nessuno scollamento dalla realtà visto che movimento e consigliere lavorano insieme . Semplicemente una presa d’atto: di fronte all’enorme lavoro portato avanti dal centro antiviolenza di Latina, la maggioranza ha di fatto bocciato un emendamento al Bilancio di Lbc che proponeva un finanziamento di 50mila euro che avrebbe contribuito a sostenere economicamente l’attività della struttura e delle operatrici. E’ vero, c’era un parere negativo degli uffici, ma il Consiglio comunale è sovrano e avrebbe potuto approvarlo”. Così il gruppo consiliare di Lbc, composto dalle consigliere Floriana Coletta e Loretta Isotton e dai consiglieri Dario Bellini e Damiano Coletta, commenta la replica delle consigliere di maggioranza all’intervento della segretaria del movimento.
“Abbiamo già espresso la nostra soddisfazione per l’avvio di un dialogo che, in assise, ha trovato comunque una condivisione – continua il gruppo – portando all’approvazione all’unanimità della figura della consigliera di fiducia, proposta da Lbc. Obiettivo questo che non era stato possibile raggiungere nella precedente consiliatura guidata da Damiano Coletta, a causa del commissariamento voluto dal centrodestra poco dopo l’approvazione del Bilancio. Sul tema della violenza contro le donne e della parità di genere continueremo dunque a svolgere nei confronti di questa amministrazione una necessaria azione di stimolo e controllo, come Lbc ha già fatto portando il suo contributo all’organizzazione dell’evento del 25 novembre o nella redazione della partecipata mozione sulla violenza di genere presentata in consiglio comunale.  Questa è una lotta che si costruisce quotidianamente. Il cammino è purtroppo ancora lungo ma l’impegno deve essere costante, attraverso i comportamenti, l’attenzione al linguaggio e le scelte politiche che siano in grado di dare pari opportunità e di ridurre il divario di genere. Compito dell’opposizione è vigilare e fungere da stimolo affinché tutto questo accada”.