home News Amministrazione BANDI ‘SPORT DI TUTTI’: IL COMUNE NON PERDA QUESTA OCCASIONE

BANDI ‘SPORT DI TUTTI’: IL COMUNE NON PERDA QUESTA OCCASIONE

117
0
CONDIVIDI

Due bandi “Sport di tutti” scadono il prossimo 11 giugno e prevedono rispettivamente la possibilità di realizzare nuove aree sportive attrezzate all’interno di parchi comunali pubblici o spiagge per svolgere attività all’aria aperta e quella di istituire altre aree attrezzate per attività ludico-motoria e sportiva per bambini e ragazzi nella fascia di età compresa tra i 4 e i 14 anni.

I bandi sono un’iniziativa del Dipartimento dello sport- Presidenza del Consiglio dei ministri. Il primo progetto nasce dalla collaborazione tra Sport e Salute e Anci, prevede un cofinanziamento dei Comuni pari al 50% e l’adozione delle aree attrezzate realizzate da parte di associazioni o società sportive dilettantistiche. Il secondo, sempre in cofinanziamento con gli enti comunali, ha l’obiettivo più specifico di creare spazi attrezzati per i più piccoli per favorire l’avviamento alla pratica sportiva.

“Abbiamo sollecitato gli uffici e l’assessore Chiarato a non perdere questa occasione – commenta la consigliera di Lbc Floriana Coletta – Sarebbe importante che il Comune partecipasse a questi avvisi per poter programmare un’azione di rivitalizzazione dei parchi cittadini dotandoli di nuovi servizi, per adulti e bambini. Penso ad esempio al Piazzale dei Navigatori, ma anche a Piazza Moro, alle piazze Ilaria Alpi e Berlinguer o ad altre aree verdi dei borghi. Ci auguriamo che non si sprechi la possibilità di arricchire le nostre aree pubbliche e al contempo di incentivare l’attività sportiva nella cittadinanza”. “Molti progetti possono essere messi in campo partecipando a questi bandi – aggiunge la consigliera Loretta Isotton – Il Comune potrebbe per esempio dotare alcuni parchi, come il Berlinguer, che vengono utilizzati da tanti giovani della nostra città, di attrezzature sportive come sbarre, parallele e altri strumenti per l’attività a corpo libero o di percorsi natura. I parchi infatti, se adeguatamente attrezzati e dotati di servizi, diventano un importante centro di aggregazione dei quartieri, luoghi da vivere in sicurezza, come già avvenuto per il Parco San Marco”.