home Gruppo Consiliare I contagi aumentano e le scuole chiudono. LBC: “No a decisioni autonome”

I contagi aumentano e le scuole chiudono. LBC: “No a decisioni autonome”

447
0
CONDIVIDI
Il gruppo Consiliare di Lbc (Gianmarco Proietti, Valeria Campagna, Floriana Coletta, Emilio Ranieri)
Il gruppo Consiliare di Lbc (Gianmarco Proietti, Valeria Campagna, Floriana Coletta, Emilio Ranieri)

I contagi da COVID19, a Latina e Provincia come nel resto del paese, sono in aumento. Questo sta spingendo diversi istituti della città – senza alcuna ordinanza in merito – alla chiusura delle strutture e quindi alla messa in dad (didattica a distanza) dei propri studenti. Un’autonomia decisionale che preoccupa il gruppo Consiliare di Latina Bene Comune: “Il timore dei dirigenti scolastici dinanzi all’aumento dei casi è comprensibile e lo capiamo bene – riporta Floriana Coletta – tuttavia riteniamo anche che le iniziative isolate possano creare danno, contribuendo ad alimentare un clima di sfiducia e preoccupazione”.

La decisione di chiudere un plesso, infatti, spetta al comitato per la gestione dell’emergenza sanitaria il quale – ad oggi – non ha riscontrato una situazione tale di criticità da emettere un’ordinanza per la chiusura delle scuole.

“In prefettura c’è un tavolo di concertazione congiunto per affrontare l’emergenza Covid – spiega il Consigliere Comunale Gianmarco Proietti – nel quale partecipano il Prefetto, il Sindaco, il Presidente della Provincia, l’ufficio scolastico e la ASL. È da lì che deve emergere, eventualmente, una linea per il ripristino della dad”.

Una parentesi, questa delle iniziative solitarie, che LBC auspica possa chiudersi prontamente in modo da favorire il filo diretto tra cittadinanza, politica ed istituzioni: “Comprendiamo le paure degli studenti, delle studentesse e delle loro famiglie – chiosano Coletta e Proietti –  ma in una fase così delicata è importante riporre fiducia nelle istituzioni e noi come parte politica riteniamo giusto insistere su questo aspetto. Solamente attraverso la collaborazione tra le varie parti, e lavorando di concerto, potremo uscire dalla pandemia”.